Indice del forum Leggimi - Forum di libri

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Carolly Erickson - Maria la Sanguinaria e altre biografie

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Divulgazione e Saggistica
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Turtle
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:14
Messaggi: 8636

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2008 9:42 pm    Oggetto: Carolly Erickson - Maria la Sanguinaria e altre biografie Rispondi citando

Maria Tudor, figlia primogenita di Enrico VIII, non è certo altrettanto famosa quanto il padre e la sorellastra Elisabetta; quel che al massimo si ricorda di lei, e che appunto le vale il titolo di "Sanguinaria" (o "Cattolica") furono le feroci persecuzioni dei protestanti che si svolsero nel corso del suo breve regno (6 anni), il cui obiettivo principale era il ripristino della religione cattolica in Inghilterra dopo lo scisma del padre.
In realtà Maria è una figura complessa e tutt'altro che insignificante; figlia di Caterina d'Aragona, nipote della grande Regina Isabella di Castiglia, ebbe una vita certamente non facile. Patì infatti il divorzio del padre dalla madre (la prima delle sue sei mogli), divorzio al quale Caterina si oppose con tutte le sue forze fino alla morte, e che la stessa figlia non accettò mai; visse praticamente tutta la sua vita in un clima di incertezza, educata secondo la cultura che voleva le donne intrinsecamente inferiori e completamente dipendenti dagli uomini. Eppure fu una donna intelligente, acuta e colta, e se avesse avuto l'opportunità di crescere con delle certezze diverse chissà se il suo destino sarebbe stato uguale.
Purtroppo quando salì al trono, oltre ad un'eredità di governo disastrosa, lasciatale in parte dal padre in parte, soprattutto, dai tutori del fratello Edoardo (morto a 14 anni, prima di poter esercitare in pieno il suo ruolo), tesa da un lato alla difesa della "vera fede", dall'altro imbarcatasi in un matrimonio fallimentare con Filippo II, il figlio dell'Imperatore Carlo V, finì col non riuscire a mantenere né il trono né il matrimonio, e morì a soli 43 anni.

L'autrice è una storica americana, e il libro ha il pregio di essere estremamente divulgativo, di lettura quindi facile e perfino coinvolgente, a tratti quasi un romanzo, anche se la possente bibliografia finale sembra dare sufficienti garanzie sull'attendibilità delle cronache.
Oltre alla vita di Maria, di Enrico, delle sue mogli, questo libro offre anche uno spaccato chiarissimo della vita di corte, ma non solo, nell'Inghilterra del XIV secolo, prima dell'avvento della grande Elisabetta, un'Inghilterra dalle caratteristiche ancora fortemente medievali.
Avendo io un forte interesse per la famiglia Tudor, ho letto alcune biografie sia di Enrico VIII, sia di Elisabetta, sia di Maria Stuarda, quindi questa rappresenta un ottimo compendio.
Di questa autrice ho preso anche la biografia di Elisabetta I, che a questo punto, vista l'esperienza dell'odiata sorellastra (pare non si sopportassero, come non si erano sopportate le madri. Del resto, nelle corti dell'epoca tutto veniva coltivato tranne i rapporti affettivi e familiari), non mi stupisce abbia deciso di non sposarsi mai.


Curiosità: ho letto da qualche parte, forse su un blog che ora non ricordo, che il famoso cocktail "Bloody Mary" deve il suo nome proprio a Maria Tudor.

_________________
<center>"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust).
</center>
Poi mi chinerò sui rami lisci, e chissà come - ma accade tutte le volte - mi ritroverò là, all'incrocio tra i Mondi, e allora andrò a casa... ©Hal

<center> Gran Caricatura del M.I.A.O. </center>


L'ultima modifica di Turtle il Mar Mag 06, 2008 9:25 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Golden Jubilee
Comare
Comare


Registrato: 16/11/05 21:11
Messaggi: 9805
Residenza: Regno dell'Indecisione e della Pigrizia

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2008 10:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Interessante. Quando troverò il tempo, dovrò dedicarmi anche a questi personaggi. +smile

Della stessa autrice ho invece letto "La piccola regina", che parla della regina Vittoria, e mi sembra un lavoro ben fatto (include anche numerosi stralci del diario della regina).
So che ha scritto anche una biografia su Elisabetta II, dal titolo "Lilibet", ma non so con che risultati (è sempre difficile scrivere biografie dei viventi); non credo che sia pubblicato in Italia.
Ci sono invece quella su Anna Bolena e quella su Maria Antonietta.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



<align>Gran Cerimoniosa Criminiosa, Camerlengo con funzioni didascaliche e Pigriera di Gran Classe del(la) M.I.A.O.</align>
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Turtle
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:14
Messaggi: 8636

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2008 10:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Quella su Anna Bolena mi interessa, giusto per aggiungere un altro tassello al quadro. Così come mi interessa quella sulla Regina Vittoria. Di quella di Maria Antonietta ho invece letto critiche negative, e nel frattempo ho preso quella di Antonia Fraser (di cui ho letto "Le sei mogli di Enrico VIII"), che ha ispirato il film della Coppola.

_________________
<center>"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust).
</center>
Poi mi chinerò sui rami lisci, e chissà come - ma accade tutte le volte - mi ritroverò là, all'incrocio tra i Mondi, e allora andrò a casa... ©Hal

<center> Gran Caricatura del M.I.A.O. </center>
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
richelieu
Aiuto-Comare
Aiuto-Comare


Registrato: 26/07/07 15:43
Messaggi: 1175

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2008 9:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Io infatti ho letto i libri di Lady Antonia Fraser,sia quello su elisabetta e sia quello su maria stuarda,per me sono due libri bellissimi.Anche perchè la Fraser va al di là della pura e fredda ricerca storica,ma traccia la vita di queste due donne con occhio partecipe facendole rivivere,dando loro sangue e sentimenti,pensieri e gesti,soprattutto riuscendo a scrutare l'animo di queste due donne
Top
Profilo Invia messaggio privato
Turtle
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:14
Messaggi: 8636

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2008 11:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Anch'io della Fraser ho letto i libri che hai citato, e la Erickson è abbastanza simile. Anzi, direi che è perfino più godibile, anche se ho l'impressione che gli aspetti puramente storici siano trattati più superficialmente, lasciando più spazio a quelli di costume e alla delineazione dei personaggi.

_________________
<center>"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust).
</center>
Poi mi chinerò sui rami lisci, e chissà come - ma accade tutte le volte - mi ritroverò là, all'incrocio tra i Mondi, e allora andrò a casa... ©Hal

<center> Gran Caricatura del M.I.A.O. </center>
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Turtle
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:14
Messaggi: 8636

MessaggioInviato: Mar Mag 06, 2008 9:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho deciso di accorpare le biografie scritte dalla Erickson in un solo topic, così non si disperdono.
La seconda che ho letto riguarda Elisabetta I. Anche se già avevo letto qualcosa, e anche se altro avevo appreso dalla biografia di Maria Tudor, questo libro offre, accanto a cose già note, altre meno conosciute della vita della grande Regina. Intanto viene confermato il suo temperamento forte e volitivo; laddove Maria era figlia di sua madre, Elisabetta è invece molto simile al padre per carattere e capacità politiche. Nonostante anche lei, come la sorella, fosse cresciuta in mezzo ad intrighi e minacce, tuttavia ebbe un'educazione meno repressiva e soprattutto delle doti di mediazione che, unite al suo profondo senso del proprio ruolo e dello stato, ne fecero un vero grande statista, in un'epoca in cui le regine potevano al massimo ambire al titolo di "moglie di re". Non che non avesse le sue fragilità, che si esprimevano spesso con eccessi comportamentali, bizzarrie nell'atteggiamento e spesso sfuriate e "capricci"; ma erano le bizzarrie e i capricci di un monarca, prima che di una donna, e come monarca fu sempre riconosciuta e rispettata.
Come si sa non si sposò mai, anche se tenne per anni sulla corda pretendenti e consiglieri, e regnò per quasi cinquant'anni.
Oltre alla figura della regina, anche questo libro pone l'accento, più che sulle vicende storiche, su molti aspetti del contesto sociale e anche quotidiano dell'epoca: ad esempio è molto interessante leggere che cosa comportavano, in termini di "impatto ambientale", i trasferimenti della regina e della sua corte per viaggi e vacanze, oppure quali problemi comportasse mantenere decorosamente le tante dimore .... vi è anche molta cura nella descrizione dei costumi e delle abitudini della corte, e anche degli accenni alla situazione economica generale, che rendono la lettura piacevole e familiare, nonostante si riferisca a un periodo lontano anni luce dal nostro, soprattutto come modo di concepire la vita.
Una nota finale: Elisabetta, verso la fine del suo regno, vendette gran parte del suo tesoro personale per coprire i debiti dello stato, compresi gioielli che aveva ricevuto in eredità dal padre. Come dire, dovremmo imparare un po' di più dalla storia ....

_________________
<center>"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust).
</center>
Poi mi chinerò sui rami lisci, e chissà come - ma accade tutte le volte - mi ritroverò là, all'incrocio tra i Mondi, e allora andrò a casa... ©Hal

<center> Gran Caricatura del M.I.A.O. </center>
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Amelia De Giordani
Ospite





MessaggioInviato: Ven Lug 03, 2009 5:58 pm    Oggetto: il diario segreto di Maria Antonietta Rispondi citando

Ciao, visto che sei un'appassionata lettrice di biografie storiche, ti consiglio fermamente il romanzo di Carolly Erickson intitolato " Il diario segreto di Maria Antonietta".
Io l'ho letto da poco e devo dire che mi ha colpito come pochi. Le righe di quel volume erano a tal punto intrise dell'essenza di Maria Antonietta, che al termine della sua "spensierata e costringente" vita costellata di avvenimenti politici e personali, mi sono commossa e ho letto le ultime righe con le lacrime agli occhi.
Non mi era mai accaduto prima d'ora e ciò mi ha fatto amare questo libro più di tutti quelli che io abbia mai letto fino ad ora.
Sarà la bravura della scrittrice, sarà la profonda storia che avvolge questo personaggio, sarà l'ammirazione che provo per essa, ma questo libro è stato veramente capace di farmi conoscere una grande e storica donna.
Mi ha accompagnato per mano lungo tutta la sua vita. Ho passeggiato con lei dall'Austria alla Francia, ho conosciuto personalità e ho assaporato ambienti che ogi non si possono neanche immaginare.
Nonostante molti descrivano Maria Antonietta come una donna frivola e materialista, che ha sperperato il patrimonio della Francia per soddisfare i suoi capricci, io l'ho trovata una donna con carattere. Vittima di un matrimonio politico, come tante donna a quel tempo, ha passato la sua vita al fianco di un uomo inetto e chiuso. Tra le tante pressione provenienti sia dall'interno della corte di Versailles che dall'esterno, ha vissuto la triste realtà di amare un uomo e non poter palesare questo sentimento.
Un'esistenza tra il lusso e la povertà, la gioia e la tristezza, la vita e la morte, la fedeltà e il tradimento.

Assolutamente da leggere
Top
Golden Jubilee
Comare
Comare


Registrato: 16/11/05 21:11
Messaggi: 9805
Residenza: Regno dell'Indecisione e della Pigrizia

MessaggioInviato: Ven Lug 03, 2009 7:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Benvenuta sul forum. +smile Puoi aprire un topic per presentarti qui:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



<align>Gran Cerimoniosa Criminiosa, Camerlengo con funzioni didascaliche e Pigriera di Gran Classe del(la) M.I.A.O.</align>
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
richelieu
Aiuto-Comare
Aiuto-Comare


Registrato: 26/07/07 15:43
Messaggi: 1175

MessaggioInviato: Mar Lug 14, 2009 7:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il libro citato su Maria Antonietta è davvero molto bello.
Anche se credo che sia un po' troppo "pro" il personaggio descritto.
In realtà leggendo altre biografie su Maria Antonietta viene fuori una donna complessa,piena di grandi slanci,ma anche di enormi crudeltà,che forse la storia e i pettegolezzi hanno molto accentuati,come successe pure a Lucrezia Borgia,altra donna dal percorso abbastanza simile e dalla stessa tragica fine.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Divulgazione e Saggistica Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



SwiftBlue Theme created by BitByBit
Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 7.156