Indice del forum Leggimi - Forum di libri

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Rinascimento al femminile - Ottavia Niccoli

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Divulgazione e Saggistica
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Haleth
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:32
Messaggi: 7765
Residenza: Foresta di Brethil

MessaggioInviato: Mer Ago 17, 2011 10:43 pm    Oggetto: Rinascimento al femminile - Ottavia Niccoli Rispondi citando

<p><img border="0" src="http://img405.imageshack.us/img405/1513/rinascimentoalfemminile.jpg" align="left">Rinascimento al femminile
a cura di Ottavia Niccoli
Laterza
Collana Economica Laterza
9,50 €
242 pagine
13 novembre 1998
ISBN: 978-88-420-5655-3


In realtà si tratta di una raccolta di saggi di vari autori, tutti incentrati sulla vita di alcune donne del Rinascimento: un'umanista, una monaca, una vedova ebrea di famiglia influente, una devota gentildonna bolognese, una guaritrice sospetta di stregoneria, una prostituta, la donna di due banditi. Non le "donne illustri" del Rinascimento, quindi, ma per dirla con la curatrice, donne "<i>dentro gli ingranaggi della storia e non al di sopra di essi</i>".

Nessuna di loro è entrata nella storia, e i contemporanei verosimilmente non avrebbero giudicato le loro vite degne di essere ricordate, tranne forse in un caso e relativamente a un gruppo sociale ristretto. Questo più di altro è probabilmente ciò che le rende esemplari della condizione femminile durante il Rinascimento; una condizione che non subì certo una "rinascita", non in quei secoli.

Ma il più grande pregio di questi saggi è ciò che la Niccoli stessa menziona nella sua introduzione, e cioè di non far parte di quelle biografie


<i>- che sono per tanti versi moneta corrente - che tendono a privilegiare gli aspetti più strettamente psicologici del personaggio raffigurato, i sentimenti intimi e i moti del cuore, nel tentativo di fare appello ai coinvolgimenti personali del lettore e nell'ingenua convinzione che «il cuore umano non cambi mai» e che ciò che dobbiamo cercare nel passato sia la sua eventuale presunta modernità. Ma già molti anni fa Lucien Febvre - proprio introducendo una biografia femminile - aveva rammentato con severità la lacerante distanza che ci separa dagli uomini e dalle donne del XVI secolo:

Modi di parlare, modi di scrivere, modi di pensare, di elaborare le idee, di collegarle fra loro: ci vuole un po' di tempo, ci vuole un certo sforzo per accorgersene, ma di certo non sono i nostri. Non sono più i nostri [...]. Sprovvisti di idee che ci sono così connaturate che ce ne siamo trovati impregnati il giorno stesso che siamo venuti al mondo senza aver fatto null'altro che nascere, gli uomini, le donne del 1530 erano nutriti di una infinità di altre idee, del tutto estranee alle nostre concezioni della vita e del mondo.

E non è solo il modo di pensare ad essere diverso: lo sono le istituzioni, i sentimenti e i modi di esprimerli, gli oggetti e i rituali della vita quotidiana, lo è la fisiologia stessa del corpo umano e tanto più del corpo femminile (l'evoluzione della specie non si è arrestata cinquemila anni fa). Il nostro passato, anche quello di solo cinquecento anni fa, è insomma un passato remoto. E proprio per questo conoscerlo è così liberante: non è mai vero che «sia sempre stato così» o che «si sia sempre fatto così».</i>

Parliamoci chiaro, può essere romantico pensare il contrario, magari rassicurante, ma gli uomini anche solo di duecento anni fa erano poco meno che alieni per noi. Ed è molto rinfrescante leggere dei saggi che tengano conto di questo; se non altro, permettono di farsi almeno una vaga idea di cosa fosse la vita nei secoli passati. <i>Realmente</i>, e non come ci piacerebbe immaginarla (questo si collega molto al discorso sulla verosimiglianza o meno nei romanzi storici: bene, se nei romanzi la mancanza di verosimiglianza può essere divertente per un po' e financo piacevole, è un peccato mortale per un autore di <i>saggi</i> storici "romanzare" la propria opera. Perlomeno lo è nel XXI secolo).

Questa voleva essere una recensione bonsai. Ovviamente si è espansa al punto che ora necessita di un topic a sé. Forse ciò può essere un indice dell'interesse che mi ha suscitato questo libro. Uno di quei pochi saggi che penso proprio rileggerò.

_________________
La verità è che la verità cambia [Nietzsche] e la TOCCAGGINE IMPERAT! [Haleth]

<center>M.I.A.O. società di consulenza: frivolezza, demenza senile, demenza giovanile, demenza maturile.

Scroccona dello Scrocchiere con licenza di scrocc(hi)o, Comitatosa dello Scudo Stallare Anti-Suppostizio, Confortiera Erbifora Bretellica del(la) M.I.A.O. Stan(s)tUff del(la) M.I.A.O. (), Nobile Zanzariera e Malarica Iniettiva</center>



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Il mio blog:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Haleth il Gio Ago 18, 2011 12:35 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Golden Jubilee
Comare
Comare


Registrato: 16/11/05 21:11
Messaggi: 9805
Residenza: Regno dell'Indecisione e della Pigrizia

MessaggioInviato: Mer Ago 17, 2011 10:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Comincio a pensare che nei romanzi sia praticamente impossibile non modernizzare in qualche modo il carattere e il modo di pensare della gente: il romanzo alla fine deve adeguarsi a ciò che sentiamo "nostro", altrimenti forse sarebbe impossibile persino scriverlo.

Questo libro mi sembra valido e me lo annoto, anche se non so per quando: non mi sono proprio mai occupata di Rinascimento. Certo, nulla mi impedisce di leggerlo comunque. +smile

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



<align>Gran Cerimoniosa Criminiosa, Camerlengo con funzioni didascaliche e Pigriera di Gran Classe del(la) M.I.A.O.</align>
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Haleth
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:32
Messaggi: 7765
Residenza: Foresta di Brethil

MessaggioInviato: Gio Ago 18, 2011 12:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Nei rimanzi, be', penso che solo uno scrittore con le palle quadrate potrebbe provarci e riuscire lo stesso a farsi leggere.

Ma neanch'io mi sono mai occupata di Rinascimento, FORSella, che te frega? +ammiccanti

Anche se adesso dovrò occuparmene per forza, visto che questo libro fa parte di una collana dedicata al rinascimento acquistata anni fa con un quotidiano. Una collana composta da MILLEMILA libri! +sorprese

_________________
La verità è che la verità cambia [Nietzsche] e la TOCCAGGINE IMPERAT! [Haleth]

<center>M.I.A.O. società di consulenza: frivolezza, demenza senile, demenza giovanile, demenza maturile.

Scroccona dello Scrocchiere con licenza di scrocc(hi)o, Comitatosa dello Scudo Stallare Anti-Suppostizio, Confortiera Erbifora Bretellica del(la) M.I.A.O. Stan(s)tUff del(la) M.I.A.O. (), Nobile Zanzariera e Malarica Iniettiva</center>



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Il mio blog:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Golden Jubilee
Comare
Comare


Registrato: 16/11/05 21:11
Messaggi: 9805
Residenza: Regno dell'Indecisione e della Pigrizia

MessaggioInviato: Gio Ago 18, 2011 3:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ah, be', allora non puoi tirarti indietro. +dispettose

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



<align>Gran Cerimoniosa Criminiosa, Camerlengo con funzioni didascaliche e Pigriera di Gran Classe del(la) M.I.A.O.</align>
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Haleth
Comare
Comare


Registrato: 14/11/05 19:32
Messaggi: 7765
Residenza: Foresta di Brethil

MessaggioInviato: Gio Ago 18, 2011 5:32 pm    Oggetto: Rispondi citando


_________________
La verità è che la verità cambia [Nietzsche] e la TOCCAGGINE IMPERAT! [Haleth]

<center>M.I.A.O. società di consulenza: frivolezza, demenza senile, demenza giovanile, demenza maturile.

Scroccona dello Scrocchiere con licenza di scrocc(hi)o, Comitatosa dello Scudo Stallare Anti-Suppostizio, Confortiera Erbifora Bretellica del(la) M.I.A.O. Stan(s)tUff del(la) M.I.A.O. (), Nobile Zanzariera e Malarica Iniettiva</center>



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Il mio blog:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Divulgazione e Saggistica Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



SwiftBlue Theme created by BitByBit
Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 5.185